Cuba - cosa devi sapere


Buongiorno bellezze, dopo aver trascorso 8 giorni a Cuba, inizio a raccontarvi il mio viaggio, facendo un exurcus su tutte le cose da sapere e sui consigli che vi saranno certamente utili.
Partiamo dal presupposto che visitare Cuba non è proprio per tutti. Se non siete persone che si adattano, se non potete rinunciare ad internet e alla varietà di cibo questo posto non fa per voi.
Se invece non vedete l'ora di fare un tuffo nel passato, immergendovi nei colori e nella musica del posto, se siete pronti a farvi ospitare da famiglie in case particulares allora chiudete le valigie e partite.
Il mio viaggio è iniziato all'Havana, dove ho trascorso due notti, ed è proseguito a Trinidad dove ho pernottato una sola notte. Mi sono poi spostata a Cayo Coco per due notti e ho trascorso gli ultimi due giorni a Varadero.
CLIMA
Io sono stata a fine gennaio inizio febbraio e di giorno la temperatura media è intorno ai 24 26 gradi, la sera invece scende anche sotto i 20 quindi portatevi almeno un cardigan. Il venticello è quasi sempre presente così come il sole, anche se per mia sfortuna ho trovato un fronte freddo sul Cayo che mi ha impedito di andare al mare, ed una sera ho beccato un acquazzone all'Havana.
Nonostante l'inverno sia alta stagione con poca umidità e pochissime zanzare, la garanzia del sole non ve la dà nessuno.
NOLEGGIO
Per fare oltre 1200 km ho affittato un'auto ed è stata la cosa più difficile da trovare. Dopo varie prenotazioni dall'Italia, disdette tardivamente dalle agenzie a causa della carenza di auto, ho trovato una Santa Fe nuova di zecca (con soli 50 km) prendendola direttamente in un hotel all'Havana. Costo per 6 giorni di noleggio 1250 euro. Uno sproposito, ma purtroppo i prezzi dei noleggi qui sono molto alti. Scordatevi il navigatore perchè non esiste, e scaricatevi maps.me, un'app che mi ha letteralmente salvato la vacanza funzionando offline. Le strade (a parte l'autopista che corrisponde a grandi linee alla nostra autostrada) sono ridotte maluccio, affollate da carretti e con attraversamenti di mucche, galline e cavalli tenuti in libertà. Occhio quindi a scegliere un'auto adatta, e state attenti a tutti questi inconvenienti.
MONETA
A Cuba ci sono due monete: il Cuc (Peso convertibile) e l'Mn (moneda nacional). 1 cuc = 25 mn mentre 1 cuc= 1 dollaro = 1 euro. Noi turisti possiamo pagare quasi sempre e solo con il cuc, mentre l'mn viene usato dai locali. Al turista fanno sempre pelo e contropelo quindi non pensate di andare a Cuba e fare una vacanza economica, a meno che non decidiate percorsi poco turistici e locali malfamati. Si può quasi sempre pagare anche in euro, tranne che nei paesini piccoli e fuori mano. Attenti al resto, perchè molti furbetti vi daranno banconote da 10 mn spacciandoli per 10 cuc e vi ritroverete anzichè con 10 euro, con pochi centesimi.
INTERNET
Internet è un miraggio, ed è stata una delle cose più complicate da gestire. Se voi non avete esigenza di connettervi ogni giorno ok, ma se come me non potete farne a meno per lavoro vi spiego come funziona. A Cuba esiste una sola compagnia telefonica, l'Etecsa, che gestisce tutti i wifi dell'isola. Dovrete comprare la "tarjeta", una tessera con due codici che vi permette di connettervi per un'ora (ci sono anche da mezzora e da tre ore ma non si trovano facilmente). Acquistare questa card ad un prezzo stabile è impossibile, io l'ho pagata ogni volta ad un prezzo differente che varia da 2 a 5 cuc. Potrete trovarla negli hotel, in alcuni bar e persino da privati. Basterà chiedere al primo passante, che vi porterà certamente da qualche conoscente che vi venderà la tessera. Il prezzo più basso l'ho trovato a Cienfuegos e a Cayo Coco. All'Havana sono un pò più furbetti. Una volta trovata la scheda dovrete cercare un wifi veloce, perchè la maggior parte non vanno, e vi faranno perdere minuti preziosi. Se siete in zona Havana Vieja, evitate la biblioteca in plaza de Armas, e andate su Calle Mercaderes.
CIBO E ACQUA
Bevete sempre acqua in bottiglia, e mai del rubinetto. Per quanto riguarda il ghiaccio state tranquilli, i locali usano l'acqua purificata per i cocktail. Mojito e Cuba Libre sono buonissimi, provateli. Il cibo è un pò limitato, c'è poca scelta e gira e rigira i piatti sono sempre quelli. Pollo o pesce serviti con riso nero e fagioli e un pò di verdure. Vi consiglio di provare l'aragosta, qui è davvero buona e fresca. L'unico dolce che si trova è il flan al caramello, un ibrido tra creme caramel e budino. In alcuni posti non è male, in altri pessimo. Se visitate Plaza Vieja (punto di riferimento della città) non mancate di prendere il gelato al cocco del baracchino che si trova all'angolo della piazza con calle Mercaderes e Teniente Rey, è favoloso. Altra cosa di cui fare scorpacciate è la frutta: ananas, guava e papaya sono sempre presenti a tavola.
SUPERMARKET
Dimenticateli. Gli unici "market" che esistono sono tristissimi e la merce è tenuta sotto vetro. La scelta veramente scarsa, e quindi partite già sapendo questa cosa.
ELETTRICITA'
A cuba il voltaggio è di 110V quindi phon e piastre funzioneranno maluccio. Portatevi ovviamente un adattatore.
COSA COMPRARE
Sigari e rhum sono sicuramente souvenir da comprare. Attenti però, ci sono tanti venditori di sigari falsi, e quindi se non siete esperti di Cohiba & co comprate solo nei negozi autorizzati. Considerate che per una scatola di Cohiba Robustos da 10 ci vogliono 40/45 euro. Per il rhum invece, evitate il classico Havana Club che si trova anche da noi e provate il Santiago o il Legendario (che costa tra i 7 e i 12 cuc a bottiglia). Per le ragazze invece, ci sono gioielli di ossa e corna di mucca, l'unica cosa davvero tipica e fatta a mano.

Ricordatevi che Cuba è molto ospitale, ma se date un pò di confidenza ai cubani, vi ritroverete con loro a spendere il doppio per cene, sigari e souvenir. Molti purtroppo spennano i turisti senza pensare che sono l'unica risorsa del paese e che vanno trattati bene per poi farli tornare. Inoltre spesso pretendono mance anche solo per un'indicazione. Fuori dalla capitale invece le persone mi sono sembrate più oneste e sincere e mi hanno dato buoni consigli. L'unica mancia da non rifiutare mai è quella da dare alla persona che vi guarderà la macchina tutta la notte, così eviterete spiacevoli sorprese.

Penso di avervi dato le info necessarie, ma se avete domande e dubbi contattatemi su facebook o lasciatemi un commento.

Questo post era puramente informativo, e non vedo l'ora di raccontarvi le bellezze del posto, le mie emozioni e cosa mi ha lasciato davvero questo viaggio.

0 commenti:

Posta un commento

 

ABOUT ME:

Italian.
Graduated in engineering management, blogger since 2010, and web content writer for Glamour.it. Social media manager for a made in Italy brand of beachwear. Fashion and beauty passionate. Travel addicted. Greedy without remedy, animal lover and sincere by nature. I create look according to my mood and I love to experiment, because the style is a game!

READ MY ARTICLES ON:

FOLLOW ME:

Facebook Instagram Twitter

CONTACT ME:

lostileungioco@hotmail.it