Camargue: tra fenicotteri, natura selvaggia ed incredibili saline rosa

Questo lembo di sabbia, paludi, stagni, saline e risaie, è un immenso parco di natura selvaggia e incontaminata che mi ha rapito il cuore. Un percorso che va un pò oltre il classico itinerario turistico e che ho follemente amato proprio per la sua genuinità e per l'assenza di turisti. Fenicotteri rosa a perdita d'occhio che si lasciano ammirare, cavalli bianchi selvaggi che corrono indisturbati, tori, gru e aironi tutti meravigliosamente liberi e in sintonia con questo posto. Ho avuto anche la fortuna di assistere ad una Feria tradizionale chiamata Course Camarghese: una corrida non violenta dove uomini a cavallo rendono omaggio a tori impavidi. La cosa che però più mi ha lasciato senza parole è stato il paesaggio delle Salines de Giraud. Ne avevo sentito parlare su forum di turisti appassionati di natura selvaggia e trovare queste saline è stato difficilissimo. Nemmeno alcuni ragazzi del posto conoscevano questa zona e ci hanno detto che le foto che stavo mostrando con il telefono probabilmente non erano molto reali. Per fortuna io sono testarda ed insieme a Dario abbiamo continuato a girare e a cercare. Ad un certo punto un piccolo e malridotto cartello indicava un point de vue. Dopo qualche centinaio di metri eccola li: la mia versione di paradiso. Distese di sale bianco che si incontrano con il cielo e fiumiciattoli e saline di acqua rosa intenso. Non potete capire. Un silenzio assordante, il Mistral che spazza via le nuvole e gli occhi che si riempiono di colore. Siamo rimasti alcuni minuti increduli e poi siamo corsi giù dalla collinetta perchè non potevo non bagnarmi i piedi in quell'acqua incredibile. Se non mi credete, guardate le foto e giudicate voi stessi.
In questa terra di circa 1000 km quadrati, l'influenza spagnola incontra lo spirito francese, e la natura perfettamente preservata ha un fascino indescrivibile. Non capisco come sia possibile che tale zona sia così sconosciuta ai più, ma comprendo perchè gli abitanti del luogo sono così attaccati alla loro terra a tal punto da preferire le zanzare ai turisti. 
Purtroppo non siamo riusciti a visitare tutta la zona perchè è infinita, ma un pezzo del mio cuore l'ho lasciato li e tornerò a riprenderlo il prima possibile.
LOvE, V


0 commenti:

Posta un commento

 

ABOUT ME:

Italian.
Graduated in engineering management, blogger since 2010, and web content writer for Glamour.it. Social media manager for a made in Italy brand of beachwear. Fashion and beauty passionate. Travel addicted. Greedy without remedy, animal lover and sincere by nature. I create look according to my mood and I love to experiment, because the style is a game!

READ MY ARTICLES ON:

FOLLOW ME:

Facebook Instagram Twitter

CONTACT ME:

lostileungioco@hotmail.it